shampoo-senza-solfati

Shampoo senza solfati quale scegliere

Tante volte si sente parlare di solfati e della loro pericolosità, li si trovano spesso negli shampoo e in alcuni prodotti cosmetici, sono famosi per il loro alto potere sgrassante, ma non sono privi di controindicazioni e per questo molte persone sono un po’ restie a utilizzare prodotti che li contengono, dunque tra gli shampoo senza solfati quali scegliere? Prima di tutto partiamo dall’inizio:

 

Ma cosa sono i solfati? I solfati sono degli ingredienti sintetici composti parzialmente di zolfo, derivati dalla vaselina o altre fonti, la maggior parte della molecola viene dall’alcool laurilico, derivato dell’olio di cocco e altre piante.

Esistono diverse varietà di solfati ma il Lauril Solfato Sodio (SLS) e il Laureth Solfato di Sodio (SLES) sono quelli più utilizzati nei prodotti per la cura e l’igiene personale e servono per la formazione della schiuma, oltre il 90% degli shampoo e detergenti contengono SLS e SLES, ma nel corso del tempo, molte case cosmetiche hanno iniziato a produrre shampoo senza solfati.

Shampoo senza solfati: Gli SLS e gli SLES fanno male?

shampoo senza solfatiL’Unione Europea, la US Food and Drug Administration e la Health Canada, così come la Cosmetic Ingredient Review affermano che i solfati SLS e SLES sono sicuri, per cui non c’è ragione di pensare che i prodotti che contengono questi tipi di solfati siano dannosi per la salute.

Abbiamo parlato di controindicazioni, in questo caso di riferiamo agli effetti estetici che uno shampoo a base di solfati può provocare su una certa tipologia di capelli.

Per esempio, se si soffre di forfora grassa, ci si può ritrovare con i pori piliferi otturati, in questo caso viene impedita la crescita dei nuovi capelli e l’uso di SLS e SLES potrebbe solo peggiorare la situazione, irritando il cuoio capelluto, per cui si corre il rischio di avere una chioma meno voluminosa.

Se i capelli sono già sottili e poco voluminosi, di conseguenza, si potrebbe avere un effetto ancora più disastrosi, per cui si potrebbe provare a optare per gli shampoo senza solfati e vedere se la situazione migliore.

 Ricordiamo che i solfati aiutano a produrre la schiuma, per cui uno shampoo senza solfati non fa schiuma, questo cambio potrebbe risultare difficile inizialmente, poi ci si abitua.

Shampoo senza solfati quali scegliere: i migliori in commercio

shampoo senza solfati quali scegliereIn vendita si trovano molti shampoo senza solfati e capire quali scegliere può sembrare una vera impresa, di seguito ve ne suggeriamo alcuni molto efficaci.

DUCRAY SQUANORM: ideale per chi soffre di forfora grassa, venduta a un prezzo non particolarmente eccessivo, produce pochissima schiuma, è priva di SLES e SLS e da risultati davvero buoni, i capelli non saranno appesantiti e o unti.

BIONIKE DEFENCE HAIR PRO: questo è uno shampoo delicato, non presenta tracce di SLES e SLS e nemmeno di nichel, la sua applicazione è molto semplice, produce un minimo di schiuma e rilascia un risultato piacevole sui capelli.

A questo link un’offerta per tutti i lettori: BIONIKE defence hair pro dermolenitivo shampoo ultradelicato 400ml

RESTIVOIL: è uno shampoo senza solfati, si trova facilmente, non ha un costo eccessivo, è acquistabile nei supermercati e non fa nemmeno un po’ di schiuma, ideale per tutte le tipologie di capelli.

pic@Pixabay

Autore dell'articolo: Cosmetica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *